Logo Saluzzo Plana Alessandria

  Via E. Faà di Bruno 85, 15121 Alessandria
  Tel. 0131252276 - Fax 013141307
  E-mail: alis016008@istruzione.it
alis016008@pec.istruzione.it
Esami di Stato 2019/2020 - Un augurio dal Dirigente Scolastico

Care Ragazze e cari Ragazzi delle classi quinte,

anche per Voi, come per le generazioni precedenti, è giunto il momento del rito di passaggio dal mondo della Scuola a quello dell'Università o del lavoro. Un rito che negli anni è molto cambiato, nella sua forma e nel modo di valutare il Vostro percorso, ma non ha mai perso il proprio significato. Un rito al quale ci si è sempre appropinquati con lunghe giornate semi-estive (penso ai mesi di maggio e giugno, nei quali cercare di migliorare la propria valutazione in qualche materia o... a salvare il salvabile), momenti di esaurimento e stanchezza, ma anche con l'aiuto e il supporto dei propri Docenti e dei propri compagni. E poi, il rito nel rito: l'ultima cena di classe, con la quale dirsi, semplicemente, un "Grazie" reciproco per il percorso affrontato insieme.

Beh, quest'anno sarà una maturità (chiamiamola come si chiamava quando l'affrontai io, nel Giurassico) ben strana. Niente scritti, crediti a mille, una sola prova orale che toccherà cinque anni - o sei, o sette... c'è sempre chi approfondisce gli studi strada facendo... ;-) - di lavoro e che Vi restituirà un voto. Un numero. Da sessanta a cento. Magari, anche con una parola di quattro lettere accanto - "lode" - che sancisce l'eccellenza del Vostro impegno.

Un voto non fa una Persona. Un voto dice come Vi siete rapportati a una o a più prove. Magari quanto avete studiato. O magari, quanto siate state e stati in grado di raccontare anche quello che non sapete.

Ma il voto NON SIETE VOI! Voi siete Persone con le quali ho avuto il piacere di condividere questi anni di lavoro. Voi siete il nostro FUTURO. Siete i lavoratori, i Professionisti, i Docenti, i Dirigenti, i Governanti di domani. Siete i Genitori che daranno alle nostre scuole altre Ragazze e altri Ragazzi da accompagnare e seguire nel loro percorso.

Soprattutto, siete coloro che ricorderanno il loro Esame di Stato come “l’esame della pandemia”. Sarete coloro che non avranno potuto invitare a cena i propri Docenti (sì, certo, anche quelli coi quali non siete mai andati d’accordo). Sarete coloro che si saranno giocate e giocati tutto con un orale da un’ora. Sarete, soprattutto, coloro che saranno uscite e usciti da questa pandemia a testa alta, come primo simbolo della rinascita dopo un periodo terribile. E poco importa tutto il resto.

Per me, anche se poi non V’interesserà molto, sarete per sempre un pezzo della mia vita, come chi Vi ha preceduto e chi Vi seguirà.

Bando alle ciance! Voglio solo augurarVi un enorme “in bocca al lupo!”, nella speranza che il Vostro futuro sia degno delle Vostre aspettative.

Un abbraccio forte a Voi e alle Vostre Famiglie!

Buona vita!

Pubblicata il 14 giugno 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.